Sistemi di Trasporto

Coclea sollevamento acque a vite di archimede

DESCRIZIONE

La Coclea a vite di Archimede, è una macchina composta da una cassa a truogolo con albero a spirale eseguito in tubo. Alle estremità sono previsti dischi per il fissaggio dei perni, da un lato il perno folle e dall’altro il perno per l’accoppiamento al motoriduttore.
Al tubo sono saldate le spire di coclea in modo continuo da entrambi i lati.
Il perno folle viene saldato all’albero e incassato in un alloggiamento realizzato con un cuscinetto reggispinta a rulli orientabili.
Il perno motore, anch’esso saldato all’albero con spirale, andrà ad accoppiarsi al motoriduttore.
Il gruppo di comando è composto da un supporto motoriduttore ad assi paralleli, completo di giunto elastico adatto per l’accoppiamento all’albero con spirale.
Sulla parte superiore del riduttore è fissata una sella regolabile con il motore elettrico accoppiato al riduttore tramite cinghia.
Tutto il gruppo è montato su un telaio opportunamente spinato per il parallelismo tra il supporto ed il motoriduttore.

FUNZIONAMENTO

La sua applicazione  più comune è come macchina operatrice per sollevare liquidi o materiali granulari, ma anche fanghi.
Si compone di una grande coclea all’interno di un tubo la cui parte inferiore è immersa nel liquido o nel materiale granulare da sollevare. Attraverso la rotazione della vite si raccoglie una certa quantità di materiale che per ogni giro avanza di una distanza pari al passo della vite finché arrivata in cima non viene scaricata in un serbatoio e immagazzinata.

CAMPI DI APPLICAZIONE

Industrie alimentari e conserviere, concerie, caseifici, industrie zootecniche ed allevamenti, stabilimenti tessili che effettuano trattamenti di sabbiatura dei tessuti come jeanserie e dedicati ai trattamenti di pulizia come tintorie e lavanderie.
Cartiere, macelli, impianti di trattamento degli scarichi civili o industriali.